Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
Alkantara Fest 2024 – Al via la 20° edizione
Alkantara Fest 2024 – Al via la 20° edizione @ Vari luoghi nei pressi del fiume Alcantara
Lug 18–Ago 2 giorno intero
Alkantara Fest 2024 - Al via la 20° edizione @ Vari luoghi nei pressi del fiume Alcantara
Alkantara Fest 2024. Dal 18 luglio al 2 agosto si svolgerà Alkantara Fest 2024: un programma ricco di appuntamenti – musicali e non solo – pensati e costruiti appositamente per celebrare un compleanno speciale, quello ...
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Lug
18
Gio
Alkantara Fest 2024 – Al via la 20° edizione @ Vari luoghi nei pressi del fiume Alcantara
Lug 18–Ago 2 giorno intero
Alkantara Fest 2024 - Al via la 20° edizione @ Vari luoghi nei pressi del fiume Alcantara

Alkantara Fest 2024.

Dal 18 luglio al 2 agosto si svolgerà Alkantara Fest 2024: un programma ricco di appuntamenti – musicali e non solo – pensati e costruiti appositamente per celebrare un compleanno speciale, quello dei 20 anni. Per l’occasione sono previsti due concerti in preview, un evento speciale, sedici live, quindici workshop e cinque eventi “Off”.

Alkantara Fest è stato fondato nel 2004, nella zona del fiume Alcantara, chiamato dagli Arabi ‘Al qantarah’. La visione di Alkantara Fest è diffondere le ricche tradizioni musicali della Sicilia in relazione ad altre culture europee. Come il fiume da cui deriva il suo nome, la sorgente di Alkantara proviene dal cuore stesso di una montagna e si affaccia sul Mediterraneo e oltre, verso il nord e l’est dell’Europa.

La realizzazione di Alkantara Fest è come un viaggio immaginario attraverso la storia, la natura e diverse tradizioni. Il nostro obiettivo è dimostrare come la Sicilia, un grande melting-pot di stili, influenze, razze e culture, possa essere profondamente e intimamente connessa a un filo ideale di ogni diversa tradizione popolare europea.

L’anteprima
Si parte con due concerti d’anteprima dell’Alkantara MediOrchestra, diretta da Giuseppe Privitera, “Jazzbound” giovedì 18 luglio al Parco archeologico di Naxos-Taormina e sabato 20 luglio per “Catania Summer Fest” nella Corte Mariella Lo Giudice (Palazzo della Cultura) di Catania (ingresso 10 euro, biglietterie in loco).

Si tratta di una produzione originale nata nel 2023 nell’ambito dell’Alkantara Fest che unisce musicisti provenienti da Italia, Irlanda, Bulgaria, Sardegna, Norvegia. L’ensemble, che trae ispirazione dal Mediterraneo fino al subcontinente indiano, presenta una grande varietà di strumenti, tra cui oud, marranzano, douduk, ney e charango cileno.

Il repertorio spazia da composizioni tradizionali a brani originali, creando un’atmosfera che evoca il Mediterraneo come culla di civiltà millenarie. L’Alkantara MediOrkestra amalgama con maestria tradizioni mediorientali e nordiche enfatizzate da strumenti come il tabla indiano e il corno di capra norvegese.

Il concerto “Jazzbound” dell’Alkantara MediOrchestra è cooprodotto dall’Associazione Darshan con l’Associazione culturale Algos e l’Associazione Curva Minore.

L’evento speciale
Per un compleanno così importante non poteva mancare un grande evento di musica e condivisione. Martedì 23 luglio la XX edizione di Alkantara Fest porta nella piazza Cardinale Pappalardo di Zafferana Etnea l’evento musicale dell’estate 2024: “Trans Taranta – Beyond The Dance”, concerto che vedrà insieme sullo stesso palco Arneo Tambourine Project (progetto di Giancarlo Paglialunga, inconfondibile voce e tamburo della musica popolare salentina, che ha messo insieme nove tamburellisti e le più rappresentative voci salentine impreziosito dalla presenza di due dei migliori mantici del panorama world music attuale) e Ashèbasta, formazione che propone musiche originali basate sui ritmi ossessivi della pizzica-pizzica e delle tarantelle amalgamati con la Cumbia, ritmi gnawa, beat hiphop, musica elettronica e loop insistenti.

 

Questo il programma di Alkantara Fest 2024:
Da mercoledì 24 a domenica 28 luglio, Pisano, la frazione di Zafferana Etnea eletta a quartier generale del festival, si trasforma in un villaggio multiculturale grazie alla presenza di artisti e pubblico internazionale.

L’apertura mercoledì 24 luglio, alle ore 21.00, nella piazza centrale del centro abitato il Corpo bandistico Città di Zafferana, banda con oltre 130 anni di storia alle spalle, accompagnerà due vocalist d’eccezione: Maurizio Cuzzocrea, cantante e polistrumentista calabrese da anni naturalizzato a Catania, e Michela Musolino, cantante siculo-americana riconosciuta a livello internazionale.

Giovedì 25 luglio, si parte con il live della palermitana Banda alle Ciance Street Band, alle ore 19.00 a La Cisternazza di Pisano.

Dalle ore 21.00 il festival si sposta all’interno dell’Azienda agricola “Il Pigno di Pisano”, quest’anno allestita dalla designer spagnola Mónica Pinto Sanz (per tutti Monis), dove ogni giornata, solitamente scandita dalla musica improvvisata di solisti in prova e jam spontanee, si conclude con più appuntamenti musicali a partire dalle 21.00.

Giovedì 25 luglio, il primo live vede sul palco gli Tsuumi Sound System, tra i più importanti gruppi finlandesi di world music del XXI secolo; il secondo sarà a appannaggio del quintetto slovacco tutto al femminile Neha!, e concluderanno la prima giornata di festival altre cinque giovani donne: le Scottish Fish, quintetto statunitense che presenta una nuova interpretazione della musica tradizionale e contemporanea scozzese e di Cape Breton.

Venerdì 26 luglio, i concerti serali si aprono con il live dei Korrontzi, formazione spagnola fondata da Agus Barandiaran con l’obiettivo di dare alla musica popolare basca un aspetto più moderno e contemporaneo.

Le musiche folk dei migranti italiani in Australia saranno al centro del secondo set con Sonu -Songs From The Homeland: canzoni, storie e voci dalle collezioni della National Library of Australia; mentre il terzo set vede protagonisti gli ungheresi Las Burekas, un caotico guazzabuglio di musicisti che esplorano le proprietà curative della più ritmata musica da ballo dei Balcani. La serata di venerdì si conclude con lo “sleeping concert” del producer e sound designer palermitano Alfredo Giammanco.

Sabato 27 luglio saranno le note di Said Chalaban – formazione fondata dal marocchino Said Tichiti a Budapest nel 1999 e considerata la principale rappresentante della musica afro-araba in Europa – ad inaugurare la quarta serata di concerti di Alkantara Fest che prosegue con il live dei Nisia (formazione nata dall’incontro tra la musica tradizionale del Sud Italia e il jazz/folk europeo) e si conclude con la Tarantella Night, una festa che è anche una sessione di musiche folk e danze tradizionali.

Domenica 28 luglio la musica prende il via già alle ore 19.00 con il concerto finale di Ethno Sicily, il campus musicale internazionale giovanile. A seguire: l’esibizione dei francesi Ko Shin Moon, che portano in scena un’armoniosa fusione tra culture mediterranee e space-disco psichedelica, gli *Etnika!, uno dei nomi più comunemente associato alla musica tradizionale maltese e alla sua riproposta in chiave world contemporanea e conclude Michela Musolino, la cantante siculo-americana che rivisita i canti popolari della Sicilia e del Sud Italia intrecciando l’antico e il moderno con una voce che sembra fluttuare tra i secoli.

Per partecipare sono previste diverse formule di pass giornalieri o biglietti solo per i concerti (a fine articolo tutti i dettagli su info e biglietti).

ALKANTARA OFF
Nonostante le radici ben salde a Pisano, Alkantara Fest continua ad alimentare l’anima itinerante dei primi anni di attività. Per questo motivo il festival di folk and world music affianca al programma ufficiale alcuni eventi itineranti che si terranno nell’area del pedemontano: la sezione “Off”.

Ecco il programma:
Sabato 27 luglio
Acireale (piazza Duomo)
Ethno Sicily
L’orchestra multiculturale nata dal progetto musicale residenziale, interculturale e internazionale di Alkantara Fest, nato in collaborazione con il programma mondiale Jeunesses Musicales International per la musica folk che aggrega giovani musicisti provenienti da tutto il mondo, selezionati con lo scopo comune di condividere la passione e la ricerca nella musica tradizionale dei rispettivi background culturali.

Martedì 30 luglio
Viagrande a “La Terra di Bò”
La Festa greca
Una serata dedicata alle danze tradizionali elleniche accompagnate dalla musica dal vivo di Pavlos Melas (chitarra), Apostolos Kirgidis (clarinetto, bouzouki) e Nektarios Galanis (violino, bouzouki).

Mercoledì 31 luglio
Gammazita, in piazza Federico di Svevia, Catania
Naäm Quintet
progetto nato dall’unione di cinque studenti del Dipartimento jazz del Conservatorio di Palermo con l’intento di coniugare la musica etnica, il jazz e il folk con sonorità sperimentali, attraverso l’incontro di strumenti elettrici ed elettronica.

Giovedì 1 agosto
Zo Centro Culture Contemporanee (piazzale Rocco Chinnici, Catania)
Raquel Kurpershoek
Una fusione di musica, diversità culturale e un profondo impegno per l’inclusività (evento organizzato in coproduzione con l’Associazione Musicastrada di Montopoli, Pisa).

Venerdì 2 agosto
Parco Princessa di Santa Venerina
Live di I Beddi & Michela Musolino

WORKSHOP & EXPERIENCE
Da alcuni anni Alkantara Fest è una comunità che ama non solo la musica, ma anche la natura, il buon cibo e il rapporto con gli altri diventando così un contenitore di tante esperienze da vivere all’insegna del rapporto con gli altri e della natura.

Yoga, workshop di danze popolari e tradizionali, laboratori di canto e tante altre attività sono in programma, dal mattino al primo pomeriggio, nei giorni cruciali della XX edizione di Alkantara Fest.

Nel villaggio allestito all’interno dell’azienda agricola Il Pigno di Pisano) da venerdì 26 a domenica 28 luglio non ci sarà tempo di annoiarsi. Il programma completo di corsi e laboratori e i relativi ticket sul sito web del Festival.

INFO E BIGLIETTI
È possibile prenotare i pass per il festival dal 25 al 28 luglio, abbonamenti ai concerti, workshop, yoga e spettacoli che si svolgono presso l’azienda agricola “Il Pigno di Pisano”. Il Pass comprende tutti i concerti, tutte le attività e il campeggio in tenda propria per i giorni prescelti.

Si può scegliere fra varie tipologie di pass: pass 4 giorni (110 euro, ridotto 70 euro); pass 3 giorni (95 euro, ridotto 55 euro); pass 2 giorni (60 euro, 35 euro ridotto) e pass 1 giorno (35 euro, ridotto 20 euro).

Il Pass comprende tutti i concerti, tutte le attività e il campeggio in tenda propria per i giorni prescelti. Il pass non comprende: pasti, bevande, trekking, bike tour, festa greca e il laboratorio di Danza greca e Pizzica Pizzica. Bike tour e trekking possono essere prenotati sul posto.

Oppure ancora, è possibile acquistare i biglietti solo per i concerti. Due le formule previste: 4 serate di concerti (50 euro, ridotto 35 euro ridotto) oppure 1 serata 3 concerti (15 euro, 10 euro ridotto).

Le riduzioni di pass e biglietti sono previste per ragazzi 12-17 anni; soci Fera Bio, gruppo Balfolk Catania. Inoltre è prevista un’ulteriore riduzione ai concerti con ingresso dopo le ore 22.00.

Per la Festa Greca (30 luglio a Viagrande) il ticket ha un costo di 10 euro e cena 8 euro (non incluso nei pass). Pass e biglietti sono acquistabili online sul sito web di Alkantara Fest. I biglietti dei due concerti d’anteprima (18 e 20 luglio) hanno invece un costo singolo di 10 euro e sono acquistabili in loco.

 

 

 

 

 

Per maggiori informazioni su Alkantara Fest 2024:
https://www.alkantarafest.it/
https://www.facebook.com/Alkantarafest.folkworldmusic/?locale=it_IT

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche:
https://www.siciliaeventi.org/evento/taormina-film-festival-2024/?instance_id=864